SI RICORDA CHE DAL 01 APRILE PER CHI NON AVESSE RINNOVATO PRECEDENTEMENTE, CESSA LA COPERTURA ASSICURATIVA RISERVATA AI SOCI

 

Iscrizioni al CAI per l’anno 2018 

 

Tipo  Quota
 Ordinario  42 €
 Familiare (convivente col socio ordinario) 27 €
 Juniores (18-25 anni)  27 €
 Giovane (fino a 18 anni)  13 €
   

N.B. se al momento del rinnovo non risulterà l’iscrizione a uno o più anni precedenti si procederà come per una “Prima iscrizione” o per mantenere la continuità associativa si dovrà regolarizzare l’anno mancante (2017)  al costo di 10.33 € per socio ordinario, 4.35 € per familiare e Juniores e € 1.05 per giovane

 

Prima iscrizione

Per la prima iscrizione c’è un costo una tantum di 7,50 € per l’emissione della tessera associativa, inoltre sono richiesti: 1 foto tessera, codice fiscale, modulo d’iscrizione e modulo di consenso (disponibili in sede).

 

Modalità di pagamento

Per la prima iscrizione esclusivamente presso la Sede di  Castel Gandofo via Prati n.2 (tel. 340 3637815)  mail@caicastelgandolfo.it

Per i rinnovi presso la Sede di Castelgandolfo via Prati n.2 oppure se in regola con gli anni precedenti anche:

Tramite bonifico – a Valerio Berghi   “Rinnovo Bollino CAI” IBAN IT 43 I 05 3877392 00000000 69151   BPER di Aprilia (LT)

N.B. in questo caso l’importo dovrà essere aumentato di 1,50 € per le spese postali di invio ordinario del bollino a domicilio

COPERTURE ASSICURATIVE

attivate con l’iscrizione al Cub Alpino Italiano

  Soccorso Alpino in Europa

  Si tratta di una copertura del ramo infortuni, riconosciuta ai soci CAI, a partire dalla data di iscrizione o di rinnovo. La polizza ha decorrenza dal 1° Aprile di ciascun anno in corrispondenza dal termine del periodo di rinnovo del tesseramento. Prevede:

 la corresponsione di una diaria da ricovero ospedaliero ed il rimborso di tutte le spese sostenute per l’opera di ricerca, salvataggio e/o recupero, sia tentata che compiuta, di persone ferite, morte, disperse e comunque in pericolo di vita nell’ambito europeo, durante la pratica dell’alpinismo, dell’escursionismo in montagna, dell’escursionismo con utilizzo di mountain bike al di fuori delle strade statali provinciali e comunali nonchè della speleologia, del torrentismo (massimale €25.000,00).

  Non è estesa:

 agli eventi dipendenti da alpinismo agonistico e di spettacolo.

 

  Infortuni

  Si tratta di una copertura del ramo infortuni che prevede:

 Il rimborso delle spese mediche (massimale € 1.600,00) e/o indennizzo per invalidità permanente (massimale €80.000,00) ed evento mortale (massimale € 55.000,00) derivanti da infortuni occorsi durante le attività svolte e/o organizzate in ambito CAI come escursioni, ascensioni di qualsiasi tipo e grado, uso di sci, snowboard, mountain bike anche in alta montagna nonchè pratica di speleologia, torrentismo, partecipazione a rally o raid di sci alpinistico, attività di alpinismo giovanile. Al momento dell’iscrizione i massimali per invalidità permanente e per morte possono essere raddoppiati e quello per le spese mediche elevato a €2.000,00, al costo di 3,80/anno.

  Non è estesa:

 agli infortuni derivanti dalla guida od uso di aeromobili e mezzi subacquei, dall’abuso ed uso di alcolici, psicofarmaci, stupefacenti ed allucinogeni; da operazioni chirurgiche,  accertamenti e cure mediche non resi necessari da infortunio; da movimenti tellurici, eruzioni vulcaniche, inondazioni, guerre ed insurrezioni; da trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo, naturali o provocati da accelerazioni di particelle atomiche (fissione e fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici , raggi x etc.); da atti dolosi compiuti o tentati dell’Assicurato.

  Responsabilità Civile

  La garanzia di Responsabilità Civile attivata annualmente dalla Sede Centrale prevede:

 la copertura per danni imputabili all’Assicurato (CAI sede Centrale, sezioni, sottosezioni, raggruppamenti territoriali, organi tecnici centrali e periferici, Soci e non soci CAI) cagionati a terzi, a cose e/o animali durante le attività svolte e/o organizzate in ambito CAI dall’Assicurato (massimale € 5.000.000,00), sempre che l’evento sia in rapporto di causalità con lo svolgimento e/o l’organizzazione dell’attività.

  Non è estesa:

 alla R.C. imputabile all’Assicurato per i danni a terzi derivanti da errori od omissioni di carattere meramente amministrativo o regolamentati proprio dalle persone delle quali o con le quali debba rispondere.

 alla R.C. per i danni a terzi derivanti dalla propria attività personale (extra ambito CAI)